Il Pacman più piccolo del mondo

Se avete buona vista e ancora vi diverte la buona vecchia pizza senza uno spicchio, non potete perdervi questo link.

Il Pacman più piccolo del mondo che nonostante si ritrovi in giro il suo scheletro è ancora vivissimo

E sempre grazie a WikiPedia un po’ di info sul gioco e la sua storia

L’origine di Pac-Man è piuttosto singolare. Sembra infatti che l’idea soggiunse a Tohru Iwatani durante una cena con degli amici guardando una pizza a cui era stata tolta una fetta. Dopo quattordici mesi da quella cena, precisamente il 3 aprile del 1980 grazie ad un team di sviluppo di otto tecnici, divisi equamente fra software e hardware e capeggiati da Hideyuki Mokajima, comprendente anche il musicista Toshio Kai, vide la luce il primo Pac-Man.

Il gioco fu commercializzato in Giappone a partire dal 10 maggio con il nome di “Puckman”, termine che deriva dalla parola giapponese “pakupaku”, ovvero “chiudere e aprire la bocca”. Il nome fu poi cambiato in “Pac-Man” durante la sua commercializzazione negli Stati Uniti, iniziata nell’agosto dello stesso anno, a causa di una spiacevole assonanza con una parolaccia inglese: si temeva, insomma, che “Puckman” potesse essere storpiato in un più osceno “Fuckman”.

Nel novembre dello stesso anno Pac-Man viene presentato all’Amusement and Music Operators Association (AMOA) di Chicago dove viene definito «troppo carino per avere successo».

Ovviamente le previsoni dell’AMOA non furono molto accurate: il successo del “mangia-palline” fu strepitoso, la Namco piazzò in soli sette anni (dal ’80 al ’87) più di 300mila macchine e vendette milioni di gadget e pupazzi vari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...