Interstellar… 169 minuti per un buco nero

buco

Nolan mi piace parecchio, Memento è uno dei film più geniali che abbia mai visto:
Inception mi ha inflippato i neuroni per un bel pezzo e il suo Batman per la prima volta non mi ha fatto rimpiangere Burton, che però continuo a preferire.interstellar-review
Le mi aspettative erano parecchio alte per questo suo nuovo film, forse troppo.

Mi aspettavo qualche cosa di sconvolgente, una rivoluzione del genere come aveva fatto con i cinecomics, invece Interstellar è l’esatto contrario, una fantascienza riportata alle sue origini.
Il primo paragone che mi viene in mente è quello con Solaris, poi visivamente se ne accavallano altri: 2001, le astronavi di Alien.

solaris
Ma nel suo inserirsi nel filone della fantascienza filosofica, non fa nulla di nuovo.
169 minuti per un buco nero e un espediente usato e riusato in milioni di storie, telefonato già all’inizio.
Rimane però una bellissima esperienza visiva e sonora, anzi non sonora. Il silenzio assoluto dello spazio e i continui contrappunti con il rumore delle persone mi è piaciuto veramente tanto.
Probabilmente è un film da vedere, perchè sarà una pietra di paragone per operazioni simili nel futuro, ma sicuramente non sarà la più riuscita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...