Il Muretto – Storia di una ragazzina di 13 anni e della sua solitudine

Passato BilBolBul mi immergo nella lettura dei vari acquisti.
Quest’anno siamo andati un po’ a caso, più ispirati dalla 4 di copertina o dal disegno che da una scelta consapevole di cosa stavamo comprando e… ci è andata benissimo.

Il primo libro è stato:

IL MURETTO di Céline Fraipoint e Pierre Bailly

Il-muretto_cover

Storia di una ragazzina di 13 anni e della sua solitudine.

Rosie è spesso a casa da sola, una madre sparita e un padre assente, la portano a scoprire nuovi modi di vivere, chiusa nella nomea della cattiva ragazza da cui è meglio stare alla larga.

Un romanzo per immagini ben scritto, che fa un po’ spaventare se lo si legge come adulti, ma non appena rispunta il nostro adolescente diventa subito un mondo in cui identificarsi e perdersi in qualche ricordo non troppo felice.

Edito da Eris Edizioni vale tutti i suoi 17€

muretto2

Questa la 4° di copertina

Rosie si trascina ogni mattina sino a scuola e sempre più spesso non entra. Se ne torna a casa ad annoiarsi nel tentativo che il tempo passi. Il tempo a tredici anni è un concetto strano. Soprattutto dopo che

i suoi genitori l’hanno lasciata sola a doverlo gestire. La madre ha seguito all’estero un altro uomo e il padre lavora fuori città per lunghi periodi. I giorni passano tutti uguali e Rosie calcola la distanza tra le proprie esigenze e il mondo che c’è fuori. Poi incontra qualcuno che la capisce, con le sue ansie e le sue incertezze. Stare in silenzio ore ad ascoltare la Mano Negra e iBauhaus tra i poster dei Crass e di Robert Smith e percepire l’inquietudine che accompagna la trasformazione della propria identità. Rosie non sa come si fa a non sentirsi estranea e inadatta. Ma oltre la musica, oltre i dischi, c’è un modo diverso di vivere, stando ai bordi del mondo. Guardando dritto davanti a sé.

 

“Certi momenti delle nostre vite passano gettando nel cielo nuvole di cenere…”

Annunci